Glasse per torte

Glasse per torte:
Decorazioni per dolci
La glassa è quella copertura lucida che aiuta a decorare e a rendere piacevole la presentazione di una torta. È una preparazione molto semplice perché a base di zucchero a velo, al quale, a seconda della glassa desiderata, vanno poi aggiunti i vari ingredienti: cioccolato, aromi, liquori e molti altri.

La regola principale, da tenere a mente, è che per glassare la torta è necessario aspettare che si raffreddi del tutto. La glassa va versata sulla torta e si stende su tutta la superficie e sui bordi creando uno strato liscio e uniforme. Per recuperare al meglio tutta la glassa, è utile compiere l’operazione sopra una gratella. Inoltre, se devono essere effettuate altre decorazioni, è necessario farle quando la glassa è ancora morbida, ovvero prima che si solidifichi.

Glassa all’acqua e glassa colorata
Conosciuta meglio come glassa bianca, la glassa all’acqua è la preparazione più semplice da fare. Mescola in una ciotolina dello zucchero a velo con una quantità di acqua sufficiente per ottenere una miscela abbastanza fluida. Lavora in modo energico il composto per qualche minuto. Aggiungi gli aromi che preferisci come, ad esempio, l’arancia o la vaniglia.

Molto semplice è anche la preparazione della glassa colorata: segui lo stesso procedimento di quella all’acqua ma sostituisci una piccola quantità di acqua con il liquore, ad esempio Curacao blu, oppure aggiungendo coloranti alimentari.

La glassa reale
Anche in questa preparazione bastano semplici ingredienti e un po’ di manualità in cucina. La glassa reale si prepara montando albumi con lo zucchero a velo, tenendo presente che per ogni albume servono 150 g di zucchero.

Inizia lavorando la terrina con gli albumi e metà dello zucchero necessario, quando gli ingredienti iniziano ad amalgamarsi, aumenta la forza con la frusta e aggiungi il resto dello zucchero. Otterrai un composto bianco e candido.

La glassa al cioccolato
Tra le coperture più golose, questa glassa può essere preparata con il cioccolato fuso o con lo sciroppo di zucchero. Il primo metodo prevede che il cioccolato vada grattugiato e fatto sciogliere a bagnomaria. Versane un po’ più della metà su un piano di marmo e lavoralo con una spatola di metallo fredda finché non prenda una certa consistenza. A questo punto rimettilo insieme al resto del cioccolato e fai fondere tutto a bagnomaria fino a che non avrà raggiunto i 30°.

L’altra variante prevede che mentre si fa fondere il cioccolato a bagnomaria, si prepari uno sciroppo di zucchero che verrà fatto cuocere fino al raggiungimento della cottura ‘piccola palla’. Ciò significa che si formerà una pallina che se immersa nell’acqua si scioglierà subito. Questo sciroppo va aggiunto caldo al cioccolato fuso, mescolando molto accuratamente.

Precedente ZUCCHINE TONDE RIPIENE AL FORNO